Immobiliare Impicciatore

 
  • Increase font size
  • Decrease font size
  • Default font size

L'attualità della riqualificazione Le differenze marcate dai quartieri di qualità rispetto alla grande maggioranza di quantità edilizia senza identità, luoghi dei non luoghi...

 

in Affitto

immobili residenziali, commerciali e per vacanze

 

in Vendita

appartamenti, ville, aziende e terreni
Mutuo: qualcosa e' cambiato Stampa E-mail

Aggiornamento sul tema dei finanziamenti per l’acquisto di una casa. Le modifiche appena apportate dal decreto Bersani prevedono infatti operazioni più disinvolte e meno costose

Con l'entrata in vigore del decreto legge n. 7/07 (noto come Bersani-bis), governo e Parlamento hanno cancellato le penali per estinguere i mutui chiesti per l'acquisto della casa o dell'immobile usato per il lavoro sottoscritti dopo il 2 febbraio 2007.
La questione, alquanto spinosa, era per i mutui contratti prima di questa data.
La legge, aveva rinviato la decisione a un accordo tra le sedici Associazioni di consumatori rappresentative a livello nazionale e riconosciute nell'elenco del ministero dello Sviluppo economico, e l'Abi, Associazione Bancaria Italiana.
L'intesa, raggiunta il 2 maggio scorso dopo mesi di trattative, interessa oltre 3 milioni e mezzo di consumatori (che valgono 255 miliardi di euro). Anche se coloro che ricorrono effettivamente all'estinzione anticipata sono una minoranza, il 5-7 per cento del totale.

Via la penale
Diventano meno care le penali da pagare alle banche per estinguere i mutui accesi prima dell'entrata in vigore della legge.
L'Abi e le Associazioni di consumatori hanno trovato l'accordo definitivo. «L'intesa raggiunta prevede sconti per tutti.
La penale, in caso di estinzione anticipata per i mutui stipulati prima del 2001, passa dall'attuale 3-5% allo 0,50%, scende allo 0,20% nel terzultimo anno di mutuo, e si azzera negli ultimi due anni. Mentre per quelli contratti dopo il 2001 è dell'1,90% per la prima metà del contratto, dell'1,50% nella seconda metà, per passare poi allo 0,20% nel terzultimo anno e annullarsi negli ultimi due», spiega Elio Lannutti, presidente di
Adusbef (telefono 06/4818632).
L'accordo prevede inoltre che per chi ha già una penale contrattuale uguale o inferiore allo 0,50% la soglia si riduca dello 0,20%. E le nuove regole partono da subito.

Cancellazione gratuita
La legge ha previsto inoltre, per tutti i mutui, sia vecchi sia nuovi, la cancellazione automatica e gratuita dell'ipoteca.
«Nonostante la normativa in vigore sia ben chiara, le banche continuano a provarci chiedendo da 400 a 1.000 euro per questa operazione, che deve invece essere estinta senza alcun costo alla fine del pagamento dell'obbligazione.
Nel caso in cui i consumatori avessero versato, dopo il 2 febbraio, delle somme di denaro per la cancellazione dell'ipoteca, devono chiedere alla banca di essere rimborsati».
Con la nuova procedura, la banca ha trenta giorni di tempo per comunicare l'estinzione del mutuo alla Conservatoria che provvederà all'immediata cancellazione dell'ipoteca.

Condizioni migliori
Le condizioni del mutuo inizialmente offerte dalla banca non soddisfano più? Si può trasferire il contratto a un'altra banca, senza perdere il beneficio fiscale.
Questo grazie al principio di surroga, che permette di sostituire un creditore con un altro. In pratica si apre un nuovo mutuo con un'altra banca, e sarà quest'ultima a rimborsare il debito residuo alla banca precedente.
La legge dà così una nuova possibilità ai consumatori, che si concretizza presentando una copia autentica dell' atto di surroga all' ufficio dell' agenzia del Territorio che gestisce i registri immobiliari.
Le spese da sostenere in questo caso sono limitate all'atto redatto dal notaio.

Consulenze online
Per calcolare con precisione la penalità sul proprio mutuo alla luce del recente accordo, sono indispensabili alcuni dati: importo del mutuo, ratei pagati, durata e tipologia.
L'associazione dei consumatori
Adiconsum (tel. 06/4417021) fornisce il servizio "conteggio personalizzato": si richiede via email a Indirizzo e-mail protetto dal bots spam , deve abilitare Javascript per vederlo Indirizzo e-mail protetto dal bots spam , deve abilitare Javascript per vederlo (€ 15, gratuito per i soci).
Il testo integrale del protocollo d'intesa ABI e Associazioni consumatori e la nota esplicativa si possono scaricare invece dal sito della
Federconsumatori (tel. 06/42020755) o da quello dell'ABI.
Utili informazioni si trovano anche sul sito dell'
Adusbef, associazione specializzata nel settore bancario/finanziario (tel. 06/4818632).

 
Pros. >
 

Cerca immobile

 

www.impicciatore.it
Immobiliare Impicciatore